Quanto Costa un Matrimonio

Un sito che ti aiuta ad organizzare il tuo matrimonio… con un occhio al prezzo!

Quanto costa l'abito da sposa

Quanto costa l’abito da sposa

Un abito da sposa di pregio può arrivare a costare fino a tre o quattromila euro, ma, adottando alcuni semplici accorgimenti, è possibile ottenere risparmi di un certo livello.

Quella per l’abito da sposa rappresenta una delle spese più consistenti (e al tempo stesso irrinunciabili) per un matrimonio. Al giorno d’oggi, infatti, è difficile trovare un abito di un certo livello che costi meno di 1500 o 2000 euro. Si tratta, come si può notare, di un esborso economico di non poco conto: per chi desidera un matrimonio low cost, è evidente che abbiamo a che fare con una spesa eccessiva. Una soluzione cui si potrebbe ricorrere, in teoria, è quella di acquistare un abito anche pregiato, del valore di qualche migliaia di euro, e poi rivenderlo dopo il matrimonio, in maniera tale da rientrare, in buona parte, delle spese sostenute. Ma è evidente che si tratta di un metodo cui in molti non vogliono ricorrere, visto che l’abito da sposa fa parte di quel corredo di ricordi da cui difficilmente ci si vuole staccare: in altre parole, sarebbe davvero un peccato separarsene. La soluzione, dunque, potrebbe essere quella di prendere il problema dal versante opposto: invece che comprare un abito nuovo a un prezzo esorbitante e poi rivenderlo per rientrare delle spese, separandosi così da un ricordo molto importante, è molto più semplice acquistare direttamente un abito da sposa usato, accessibile a prezzi senza dubbio inferiori, che permetta di tenerlo per sempre.

Noleggiare l’abito da sposa

Un’alternativa altrettanto valida, cui ricorrono molte giovani coppie al giorno d’oggi, consiste, invece, nell’affittare l’abito (esistono numerosi negozi specializzati in questo senso, in modo particolare nelle grandi città): in questo caso, si noleggia l’abito per due o tre giorni (è sempre bene prenderlo in carico il giorno prima della cerimonia, così da poterlo provare e adottare eventuali miglioramenti) per poche centinaia di euro. Anche in tale situazione, si deve fronteggiare sempre l’inconveniente che l’abito deve essere poi restituito, e quindi la sposa non potrà più tenere nell’armadio un ricordo tanto prezioso.

In sostanza, come si può dedurre, dinanzi a una spesa in apparenza decisamente importante, come quella che riguarda l’acquisto di un abito da sposa, due sono le scuole di pensiero: da una parte, quella che predilige un abito nuovo, di valore, da poter tenere solo per pochi giorni (o a noleggio, o comprandolo e rivendendolo nel giro di pochi giorni); dall’altra parte, quella che impone un abito usato, accessibile a prezzi contenuti, che possa rimanere per sempre a disposizione della sposa.

Quello che è certo è che l’abito in sé, soprattutto se arricchito di decorazioni voluminose, non costa meno di duemila euro: a meno che non ci si rassegni a un vestito molto più sobrio, un semplice tubino bianco, eventualmente decorato con un piccolo mazzo di fiori in testa: in questo caso, non si spenderà più di qualche centinaio di euro: ne perderà la spettacolarità, ma a guadagnarne saranno sia il portafogli che la comodità della sposa durante la cerimonia. In poche parole, sta alla sposa decidere se avere un abito spettacolare o un ricordo da conservare in casa per il resto della vita.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.