Quanto Costa un Matrimonio

Un sito che ti aiuta ad organizzare il tuo matrimonio… con un occhio al prezzo!

Scegliere e risparmiare sulla musica dal vivo

Scegliere e risparmiare sulla musica dal vivo

Articolo inviatoci da Enrica Di Landro. Inviaci un articolo anche tu!

Da più di dieci anni mi esibisco come cantante durante cermonie ed eventi. Se non volete rinunciare alla musica dal vivo, ma il vostro budget è limitato di seguito vi illustrerò alcuni metodi per risparmiare qualche euro.

I costi per la musica comprendono:

  • spese per la SIAE
  • spese vive per i musicisti
  • compenso per i musicisti

I costi SIAE (quota da versare all’ente per il diritto d’autore sui brani che verranno eseguiti) non sono sempre uguali e, per le feste private variano in base al numero degli invitanti. Si può arrivare a spendere minimo 300 euro per un massimo di 100 invitati presenti.

Nel caso il vostro pranzo/cena/ricevimento si svolga in un ristorante/agriturismo etc. aperto al pubblico potete provare a far richiedere i permessi direttamente dal ristoratore, al quale, essendo aperto al pubblico (non festa privata), si applicano tariffe più elastiche, che variano in base al fatturato, alla capienza del locale, alla zona…

Chiedere un preventivo non costa nulla e in alcuni casi si può ottenere un bel risparmio!

Le spese vive per i musicisti includono tutto ciò che è diverso dal cachet base: spese di viaggio, il coperto per i musicisti,… scegliere dei musicisti di zona è sicuramente più economico che ingaggiare un gruppo la cui sede di partenza dista 100 Km dal luogo dell’evento.

Il cachet varia ovviamente in base al gruppo scelto (un nome conosciuto è sicuramente più esoso del nostro caro amico che si diletta saltuariamente con la sua band), al numero di elementi (un duo costa meno di un gruppo di 7 musicisti) e alla durata dell’esibizione.

Cominciate a frequentare qualche locale che organizza serate di musica nello stile che vorreste per il vostro evento (cover band, orchestra di musica da ballo, pianobar, formazioni in duo o trio, …), ascoltate e scegliete!

E’ sempre meglio non trovarsi un gruppo a “scatola chiusa”! Come provate il menù del ristorante cercate di testare anche i musicisti a cui vi affiderete.

Per il genere consiglio di valutare sia in base ai vostri gusti, sia in base ai vostri invitati: la musica servirà all’80% per intrattenere loro (mentre gli sposi saranno impegnati a scattare foto,…), quindi cercate una soluzione che possa accontentare il più possibile i vostri ospiti (se avete invitato principalmente nonni e zii dai 60 in su scegliete della musica d’ascolto, ballo liscio, anni 60,… se avete principalmente amici trentenni via al rock e pop!).

Se avete “la vostra canzone” e volete che i musicisti la eseguano per il ballo degli sposi o per il taglio della torta, ricordatevi di richiederla per tempo, in modo che, se non presente nel repertorio, il gruppo possa prepararsela per l’occasione.

Molto importante: informatevi presso il ristoratore (o con il catering) su tutto ciò che riguarda la musica: dove si esibirà il gruppo? Ci sono dei limiti di orario entro i quali bisogna liberare la sala? C’è spazio per ballare? Come si svolgerà più o meno il pranzo/cena a livello di orario?

Aver chiari questi aspetti può aiutare a risparmiare sul cachet! Uno dei motivi per cui le esibizioni artistiche ai matrimoni sono costose è il tempo. A grandi linee possiamo trovare tre diversi tipi di intrattenimento musicale in base all’organizzazione dell’evento:

  1. la musica viene eseguita DURANTE il pranzo/cena (musica dal vivo di ascolto tra un piatto e l’altro, scelta in genere quando non vi è spazio per ballare e quando è “prevista” la fine dell’evento poco dopo il termine delle portate). In questo caso l’esibizione sarò formata da piccoli inserti musicali costanti. Il gruppo si deve presentare sul luogo ed essere pronto prima dell’arrivo degli invitai, quindi, nel caso di un pranzo, l’orario si aggira all’incirca tra le 13 e le 18/19 più il tempo necessario alla preparazione degli strumenti e alla rimozione degli stessi a fine cerimonia (minimo 8 ore, più il coperto per i musicisti).
  2. la musica viene eseguita in una sala A PARTE. In questo caso l’intrattenimento si svolgerà principalmente nelle medio/lunghe pause del pranzo (tra antipasto e primo, o durante l’antipasto se a buffet e nella sala della musica, durante la pausa sorbetto, durante il taglio della torta se effettuato nella sala della musica e si conclude in genere una/un paio d’ore dopo il pasto). Il musicista si reca sul posto alle 13 e termina alle 20/21 più i tempi di allestimento strumenti. Le ore di esibizione non variano, ma i musicisti rimangono “in ballo” molte più ore che vi saranno addebitate. In questo caso potete optare per far venire il gruppo più tardi, in modo che sia “pronto” per la pausa del sorbetto (in un pranzo in genere si svolge verso le 16:30/17:30): ricordate che se il gruppo è in una sala a parte non vi saranno problemi per l’allestimento “palco”, in quanto gli invitati non “vedranno” questa fase. Inoltre potrete chiedere un menù speciale per i musicisti, che arrivando a cerimonia già iniziata non parteciperanno al pranzo completo. Non occorre che vi spieghi la differenza di prezzo tra un menù di matrimonio e un menù “normale” (es. un primo e un secondo).
  3. la musica viene eseguita nella stessa sala del pranzo, c’è spazio per ballare e si svolge dall’arrivo degli invitati fino a un paio d’ore dopo il caffè (ovviamente a intramezzi).
    Questa soluzione è la più costosa (ma anche la più coinvolgente), in quanto il palco deve essere pronto prima dell’arrivo degli invitati e non vi è modo di far arrivare il gruppo più tardi o di farlo finire dopo il caffè. Per risparmiare si può solo optare per una piccola formazione (singolo, duo, trio).

Riassumendo: tenete presente che le ore di esibizione musicale sono sempre più o meno le stesse, ciò che varia sono i “momenti” in cui si esegue l’intrattenimento.

Qualche volta mi è capitato di ritrovarmi in situazioni spiacevoli: zona musica in sala a parte, aperitivo in giardino, taglio della torta in un’altra sala ancora… presente sul posto dalle 11:00… esibizione iniziata DOPO il pranzo!!! Sapendolo prima avrei proposto di recarmi al ristorante molto più tardi, permettendo così agli sposi di risparmiare. Fate quindi due chiacchiere in merito con il ristoratore e cercate la soluzione più consona alle vostre esigenze e che vi permetta di usufruire al meglio dello spettacolo musicale, parlatene con i musicisti, è nel loro interesse potersi esibire al meglio!

Enrica DI Landro (Chicca)
kikimusicart@gmail.com



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.